You should believe in your frakking song

posted in: Blog | 0

So, since I don’t watch Glee and I rarely listen to the radio, I found out only the other day that Cee Lo Green’s “Fuck you!” has a pg-13 version under the more subdued title of “Forget you”; they call it a ‘radio edit’ but, where a radio edit is usually edited for length, this one is just edited for language.
I’m not one who usually thinks it’s particularly interesting or challenging to put a ‘fuck’ right there in the … (Read more)

Rapportino musicale

posted in: Reviews | 0

Recensioni rapide tra gli ultimi acquisti:

Dan Mangan, “Nice, nice, very nice” – Perché anche i robot hanno bisogno d’amore, e chi riesce a mettere insieme Kurt Vonnegut e gli animaletti disegnati sulla slipcase del suo Cd merita rispetto.

Christopher Tin, “Calling all dawns” – Unico difetto: troppo corto (a parte Rassemblons Nous, che poteva durare mezz’ora di meno; ma mi sa che son solo io che non sopporto il francese).

The Dresden Dolls, “A is for accident”(Read more)

Loreena McKennitt a Firenze

posted in: Artwork, Reviews | 0

E venerdì si andò in quel di Firenze a sentire la rossa canadese tornare in concerto dopo 9 anni di assenza dalle scene…

Poco da dire che non sia stato già detto altrove. Si vede che Loreena ama suonare, soprattutto suonare in compagnia di amici e compagni musicisti, e si vede anche che quelli in tour con lei sono suonatori di tutto rispetto (Hugh Marsh e Brian Hughes in primis: la roba che facevano durante gli assoli…).

Devo dire che, … (Read more)

1 2 3 4